Proteggiamo l’Artico dalla pesca distruttiva

L’Artico è minacciato oltre allo scioglimento dei ghiacci anche dai mega pescherecci.

Tempo di lettura: 3 min.

Salviamo l’Artico prima che sia troppo tardi.

Artico-mare-ghiaccio

Ai confini dei ghiacci. Ecco il comunicato di “Save the Arctic”.

L’Artico è uno degli ecosistemi meno esplorati al mondo, ed è situato nel punto più a nord del nostro Pianeta.

Le forme di vita che si trovano al di sotto del ghiaccio che circonda le Svalbard, in Norvegia, sono ancora un mistero.

Gli uomini hanno camminato sulla Luna, ma hanno ancora poca familiarità con le profondità dell’Oceano Artico.

I ghiacciai si stanno sciogliendo a causa dei cambiamenti climatici e aree sempre più estese dell’Artico diventano accessibili: ciò che fino ad oggi era protetto dal ghiaccio, presto diventerà facilmente raggiungibile. I pescherecci hanno approfittato dello scioglimento dei ghiacci per spingersi sempre più a Nord.

Ora, stanno iniziando ad addentrarsi nelle zone più remote della regione artica, che una volta erano per gran parte dell’anno coperte dal ghiaccio.

Artico-pescherecciQuesti pescherecci utilizzano un metodo di pesca definito “a strascico”, basato sul trascinamento lungo il fondale marino di un tipo di rete chiamata “rete da traino”.

Questo fa sì che  tante specie che vivono in profondità vengano letteralmente raschiate via. Essendo attrezzate con pesanti rulli di metallo, queste reti distruggono e schiacciano tutto, compresi coralli secolari e altri animali che vivono nel fondale, come alcionari e spugne che danno vita, cibo e riparo ad un gran numero di altre specie.

Il clima sta cambiando e il ghiaccio sta diminuendo velocemente. In assenza di norme in grado di fermare l’incalzante sfruttamento di un ecosistema così vulnerabile, sia le aziende coinvolte che il governo norvegese saranno responsabili del futuro di quest’area del Pianeta.

COSA POSSIAMO FARE?

Il movimento Save The Arctic sta crescendo ogni giorno di più. Possiamo usare la nostra forza per proteggere questo ecosistema – unico e fragile – prima che sia perso per sempre.

Accendendo i riflettori su una biodiversità fragile e stupefacente possiamo contribuire ad arginare l’avanzata delle flotte di pesca distruttive e convincere i decisori politici che l’Artico DEVE ESSERE PROTETTO PER SEMPRE.

L’Artico, fragile ecosistema e casa di orsi polari, narvali, balene e altre creature magnifiche, è gravemente minacciato dalle trivellazioni di petrolio, dall’uso di airgun, dalla pesca distruttiva e dai cambiamenti climatici.

Clicca qui o sull’immagine sotto per sottoscrivere anche tu in difesa dell’Artico.

Artico-firma