Perchè ti fanno queste domande in un colloquio di lavoro?

L’obiettivo del primo colloquio di lavoro è di comprendere la tua professionalità ma anche il tuo carattere.

Tempo di lettura: 3 min.

Perchè ti fanno queste domande?

colloquio-di-lavoro-uomo-in-cravatta

Oltre alle tue competenze specifiche per il settore in cui ti stai candidando, il tuo futuro datore di lavoro ha una grande necessità di comprendere quale sarà il tuo modo di relazionarti con i colleghi, come sentirai tuo l’obiettivo aziendale e quali possono essere eventuali potenzialità e difetti della tua personalità. Ogni domanda che riceverai ha il suo codice di lettura, conoscendo il quale potrai decidere la risposta più adeguata per raggiungere l’obiettivo di essere assunto.

Di seguito le domande più frequenti durante un colloquio di lavoro ed il loro significato, secondo il Business Insider UK.

Se il tuo amico o la tua amica fosse qui,  cosa potrebbe raccontare come punto più importante della vostra amicizia?

La tua scelta del valore più importante in un’amicizia potrà far emergere la tua onestà e la tua capacità di relazionarti con gli altri che per un datore di lavoro significa assicurarsi il tuo buon inserimento nel Team.

Quale cambiamento apporteresti al tuo modo di affrontare le sfide?

La critica delle proprie capacità fa emergere il desiderio di migliorarsi. Riuscire a rimanere umili facilita il rapporto con il nostro interlocutore e la nostra auto critica ci dimostrerà consapevoli delle nostre capacità e dei nostri punti deboli.

Se tu fossi un animale, quale saresti e perchè?

Attraverso questa domanda, durante il nostro colloquio di lavoro, sarà valutata la nostra capacità creativa ed immaginaria, doti sempre utili e richieste per ogni posizione lavorativa.

 

Qual’è stato il più grande successo nella tua vita?

Questa domanda permette di valutare la reale motivazione del candidato e capire se gli obiettivi personali sono in  sintonia con quelli dell’azienda.

Come ti descriverebbe in tre parole il tuo ultimo responsabile?

Questa tua descrizione aiuterà nuovamente a capire se la tua figura è adeguata all’azienda perchè in fin dei conti sarai tu stesso a decidere le tre priorità da elencare nelle tue qualità.

Cosa ti guida nella tua vita professionale?

Attraverso questa domanda in un colloquio di lavoro, si analizzerà l’importanza che darai al compenso, piuttosto che alla ricerca della soddisfazione professionale o di un ambiente di lavoro stimolante. Per il settore commerciale di un’azienda può non essere errato esprime il proprio desiderio di alti guadagni se questi sono relazionati ad un altrettanto rendimento dell’azienda che ci offre il pcolloquio-di-lavoro-ragazzoosto di lavoro.

Quali sono i tuoi hobby?

Per rendere al meglio sul posto di lavoro sarà necessario avere una vita regolare anche oltre le ore d’impiego e quindi elencare le attività e gli interessi nel proprio tempo libero, permette all’interlocutore di immaginare la vostra vita ben bilanciata e felice.

Raccontami una situazione lavorativa particolarmente difficile e come hai reagito.

Questa domanda ha molta importanza per valutare la vostra capacità di assumervi le responsabilità. Raccontare di una situazione difficile in cui ci si è trovati per colpa di altri, potrà richiedere una forte capacità diplomatica, mentre analizzare i propri errori con chiarezza e trovare delle soluzioni dimostra senso di responsabilità e capacità reattiva.

Quali sono le tue grandi motivazioni nella vita privata?

Anche questa domanda durante il colloquio di lavoro, permetterà di definire i contorni della vostra personalità per capire quanto questa si possa sposare con i principi dell’azienda che assume.

Se potessi incontrare una celebrità, chi sceglieresti e perchè?

Dimostrare il desiderio di incontrare qualcuno significa condividerne il pensiero e quindi attraverso questa domanda si definisce ulteriormente il proprio carattere, i propri interessi ed i valori più importanti in cui crediamo.

Hai mai giocato in uno sport a squadre?

Prediligere il tennis può palesare il proprio istinto a portare a termine il lavoro contando solo sulle proprie forze a differenza di chi invece, abituato a sport di squadra come il calcio o rugby, sa di poter contare sulla forza del gruppo e conosce quindi la necessità di inserirsi e di adeguarsi allo stesso, così come avviene nel momento in cui si lavora in una grande azienda.

Queste sono le domande che più frequentemente vengono rivolte durante un colloquio di lavoro e prepararsi adeguatamente permetterà di rispondere con più disinvoltura.