Perchè è importante il rettangolo d’attenzione?

In fotografia come in videoripresa, è importante immaginare dove sarà focalizzato lo sguardo dello spettatore.

Temo di lettura: 3 min.

Il rettangolo d’attenzione

rettangolo-d'attenzione-monaci

Che si parli di inquadratura per una fotografia o che si stia studiando le modalità di una ripresa video, si avrà comunque la necessità di rendere il nostro prodotto facilmente “leggibile” all’osservatore e questo sarà più semplice seguendo delle regole di composizione. Adeguarsi a queste regole renderà la nostra immagine o il nostro video più fluido e facilmente comprensibile ma chiaramente, il non rispettare queste regole, può comunque permettere di creare un prodotto artistico con delle caratteristiche particolari.

Nella fotografia come nella videoripresa si lavora sull’inquadratura in virtù del rettangolo d’attenzione.
Ma cos’è il rettangolo d’attenzione?

I dati informativi dell’immagine vengono disposti all’interno di un ipotetico rettangolo, in modo che l’occhio umano colga a ogni cambio d’inquadratura l’immagine senza alcuno sforzo nel caso di un video.  Nel caso della fotografia, si disporrà il soggetto principale all’interno di questo rettangolo o meglio ancora sulle linee che lo determinano, in modo che la nostra inquadratura risulti equilibrata, dando il giusto rilievo al soggetto più importante.

Come ottenere il rettangolo d’attenzione?

Dobbiamo immaginare di dividere la nostra immagine in 9 riquadri, dividendola cioè in tre parti nel senso verticale ed altre tre parti nel senso orizzontale. Il rettangolo centrale sarà il nostro rettangolo d’attenzione.

rettangolo-d'attenzione-bambino

Nella fotografia sarà importante che il soggetto o i soggetti principali siano disposti lungo questo rettangolo (in foto lungo le linee marcate in rosso). Nella videoripresa si deciderà se focalizzare l’attenzione su un soggetto inserendolo esattamente al centro del rettangolo d’attenzione oppure se porre ad esempio lo stesso soggetto su un lato lasciando libero il rettangolo e creando l’attesa che qualcosa entri in scena successivamente.

In questo modo la nostra fotografia sarà sempre espressiva ed il nostro video sarà più fluido e comprensibile.

Conoscendo la tecnica del rettangolo d’attenzione, provate ora ad analizzare in maniera critica alcune splendide foto vincitrici del premio Pulitzer.