Ezio Bosso, parole in musica

Ezio Bosso, il compositore, il musicista, l’uomo.

Tempo di lettura: 3 min. forse…ma dedicate del tempo a riflettere!

La musica è magia,

la musica siamo noi!

“Ezio Bosso”

Ezio-Bosso-al-piano

Dovremmo imparare tutti ad ascoltare. Ad ascoltare la musica che nella sua magia è sempre fonte d’ispirazione e la vera terapia per superare momenti difficili o per glorificare i momenti migliori della nostra vita.

Dovremmo imparare tutti ad ascoltare. Non solo la musica ed il suo grande dono ma anche chi ci sta accanto, chi a volte, anche in maniera confusa riesce a trasmetterci un messaggio o semplicemente riesce a tradurre in parole quello che avremmo voluto sentirci dire.

Ezio-Bosso-lacrime musicista

Ci siamo riconosciuti in tanti nelle lacrime della musicista dell’Orchestra che ascoltava Ezio Bosso. Era forse già consapevole dell’emozione che avrebbe provato ascoltando la sua esibizione di “Following a Bird” o avvertiva anche lei forte il desiderio di abbracciare Ezio per ringraziarlo della sua presenza.

Anche chi le lacrime le ha trattenute, dentro non può essere rimasto indifferente.

Non può difronte alla forza ed il coraggio di Ezio Bosso ed alla sua capacità artistica di tradurre in musica i sentimenti.

Non può difronte all’uomo che scopre di essere giunto in “una stanza buia” ma ritrova la forza per uscirne.

Le lacrime erano forse un modo per ringraziare l’insegnamento di non dar mai per scontato le cose belle. Godere ogni momento del grande dono della vita.

Continuerò a vedere e rivedere i tuoi video, ad ascoltare la tua musica e leggere le tue parole e della tua vita, perchè fino a ieri mi ritrovavo anch’io in quella linea orizzontale che google legava alle ricerche sul tuo nome. Oggi invece mi ritrovo sul picco e da qui non voglio scendere e nel mio piccolo diffonderò il tuo nome e le tue gesta da eroe, si ho scritto bene eroe, “colui che compie uno straordinario e coraggioso gesto di coraggio”.

Grazie Ezio Bosso, perchè da oggi ascoltando le tue note e vedendo le tue mani sui tasti di un pianoforte, cercherò anch’io di “inseguire un’uccellino” e per farlo sono già pronto ad uscire da questa stanza.