Come fanno a dormire gli squali?

Il sonno degli squali è solo uno stato di incoscienza.

Tempo di lettura: 3 min.

Il riposo degli squali.

squali-wobbegongGli squali hanno bisogno di un continuo flusso d’acqua attraverso le branchie, per poter ricevere l’ossigeno da diffondere in tutti gli organi e garantirsi la sopravvivenza. Alcuni tipi di squali, come le specie pelagiche, hanno bisogno di un nuoto continuo affinchè venga mantenuto costante lo scorrimento d’acqua nelle branchie, per altre specie invece, quelle di tipo bentonico, che nuotano e stazionano vicino al fondo, ricopre un ruolo fondamentale lo “spiracolo” posto tra le branchie e l’occhio dell’animale. Lo spiralo agisce come una pompa, comandata dagli squali in maniera involontaria, permettendo il regolare flusso di acqua attraverso le branchie anche in uno stato di semi coscienza ed immobilità.

Nelle specie pelagiche, lo spiracolo non ha una effettiva funzionalità ed ha per questo dimensioni minime, a volte quasi invisibili, come nello squalo bianco e nel tigre, per tutte le specie bentoniche invece, lo spiracolo è molto più evidente e funzionale, permettendo infatti il pompaggio di acqua anche durante una fase di sedentarietà sul fondo, senza l’aspirazione di sabbia e detriti.

squali-razzeNelle razze, legate da stretta parentele con gli squali, i fori di apertura degli spiracoli sono ancora più evidenti. Anche nello squalo “tappeto”, gli spiracoli sono ben riconoscibili subito dietro l’occhio e prima delle branchie. Lo squalo “tappeto” (Orectolobidae), il cui nome inglese “wobbegong shark” deriva dall’aborigeno australiano e significa “barbuto”, può essere avvistato nelle acque temperate e poco profonde dell’oceano indiano e dell’oceano pacifico. Un luogo incantevole in cui è frequente l’avvistamento del “wobbegong shark” è Pulau Pef, Raja Ampat in Indonesia.

Immagine anteprima YouTube
Ma come dormono allora gli squali?

Per la necessità di pompare acqua attraverso le branchie, gli squali pelagici in contino movimento, più che cadere in un sonno profondo, riducono le loro attività e si muovono più lentamente, coordinando il nuoto grazie al midollo spinale, consentendo ad una parte del loro cervello di rimanere a riposo; mentre gli squali bentonici, pur rimanendo fermi sul fondo, continuano a pompare acqua attraverso gli spiracoli in una sorta di riposo apparente, scegliendo spesso di posizionarsi con il muso contro corrente, per facilitare il flusso d’acqua attraverso le branchie.

Il sonno degli squali è dunque solo apparente e rimane un pò come il riposo del guerriero, anche se potrebbero bastare delle carezze sul naso per farlo addormentare, come in questo video girato alle Bahamas.

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

Un pensiero riguardo “Come fanno a dormire gli squali?

I commenti sono chiusi