Colori ed abitudini del pesce mandarino

Il pesce mandarino è uno straordinario e coloratissimo abitante dei mari tropicali.

Tempo di lettura: 3 min.

Il pesce mandarino, la sua livrea e le sue abitudini.

nobilya-pesce-mandarino-maschio-femminaIl pesce mandarino (Synchiropus Splendidus) deve il suo nome alla sua coloratissima livrea che ricorda l’abito indossato dagli ufficiali durante l’Impero Cinese, chiamati appunto “mandarin”. Solitamente il pesce mandarino si presenta in una colorazione blu e marcate strisce arancioni, ma con notevoli sfumature di giallo, viola e verde, come fosse colorato dalle mani e dall’immaginazione di un bambino e classificato per questo a volte tra i pesci psichedelici.

I luoghi più comuni per avvistare il pesce mandarino sono nell’Oceano Pacifico ed in Asia, in particolare in Indonesia e nelle Filippine, come nei mari intorno all’isola di Cebu. Molto schivo di giorno è comunque visibile mentre si muove a scatti rapidi sul reef, assomigliando nel movimento delle sue pinne ad un coloratissimo colibrì marino.

Si distingue oltre che per la sua colorazione, anche per la testa larga ed appiattita, per gli occhi sporgenti e per le sue piccole dimensioni, raggiungendo un massimo di 6 cm. di lunghezza negli esemplari maschi, nettamente più grandi delle femmine e riconoscibili anche da una lunga prima pinna dorsale.

Amatissimo soggetto fotografico, il pesce mandarino regala un magnifico spettacolo durante il corteggiamento, visibile esclusivamente al tramonto.

Nel momento in cui il sole si appresta ad immergersi all’orizzonte, le femmine di pesce mandarino, in gruppi di 3-5 esemplari, si muovono verso un particolare punto del reef dove attendono di essere corteggiate dagli esemplari maschi.

nobilya-pesce-mandarino-coppiaI maschi di pesce mandarino, nel breve tempo prima del buio notturno, avranno occasione di corteggiare più femmine spargendo nelle acque il loro sperma!

Durante le danze di corteggiamento, il maschio scelto viene avvicinato dalla femmina che si posa sulla sua pinna ventrale, rimanendo così “abbracciati”, la coppia risale lentamente fino ad un metro dal reef, terminando l’ascesa con un rilascio simultaneo di sperma ed una nuvola di uova (fino a 200), allontanandosi poi repentinamente l’uno dall’altra. Le uova fecondate vagheranno in balia delle correnti dando vita dopo 18-24 ore a larve di circa 1mm. di lunghezza.

Le larve rimarranno parte del Plancton per un periodo di circa 2 settimane, finchè non sceglieranno un reef adatto dove vivere in maniera stanziale per i prossimi 10-15 anni.

Il pesce mandarino è un animale sociale che vive in piccoli gruppi. Le femmine attive sono in minor numero causando una grande competizione tra gli esemplari maschi, scelti spesso dalla femmina per la loro grandezza e per la loro forza. Gli esemplari più piccoli sono spesso costretti a diffondere il proprio sperma in concomitanza ad un altra coppia, sperando in una fecondazione casuale.

Per ogni fotografo e video operatore subacqueo, l’accoppiamento del pesce mandarino, rimane in assoluto il momento più interessante e suggestivo.