Cambiare vita: fatti queste 6 domande per cominciare

Per cambiare vita dobbiamo prima capire in quale direzione muoverci, a cosa siamo disposti a rinunciare e cosa è veramente importante per noi.

Tempo di lettura: 3 min.

Cambiare vita alla ricerca della felicità.

cambiare vita tramonto

Tutti vorremmo essere felici anche se per giungere alla felicità a volte è necessario conoscere la sofferenza. Per smettere di rincorrere i nostri sogni e decidere finalmente di realizzarli, vivendo la vita che vogliamo vivere, dobbiamo trovare risposta a delle semplici domande.

 

La magia sta nel conoscere se stessi e nell’assecondare i propri desideri.

Ponetevi queste semplici domande per capire cosa è veramente importante nella vostra vita.

 

1. Cosa amo veramente in questa vita?

Iniziamo il viaggio nella conoscenza di noi stessi, elencando tutto ciò che amiamo di questo mondo, delle persone che ci sono attorno, della natura e di noi stessi. Pensiamo anche a tutte le attività che ci fanno star bene, che ci regalano entusiasmo e ci fanno sentire vivi. Qualunque cosa: dalla musica, allo sport, alla cucina, al piacere di insegnare agli altri o d’imparare. Vi aiuterà a capire le vostre passioni

2. Quali sono stati i miei più grandi successi nella vita finora?

Ricordiamo i momenti di cui siamo orgogliosi, quei momenti che ci hanno regalato grandi emozioni ed in cui abbiamo conosciuto il successo. Per raggiungere questi momenti abbiamo sfruttato sicuramente i nostri punti di forza e le nostre qualità maggiori. Cerchiamo dunque di identificare le nostre virtù che ci hanno regalato questi momenti di gloria. Potremmo anche scoprile, pensando a tutte le attività ed ai nostri hobby che realizziamo senza fatica.

3. Cosa farei senza pensare al giudizio degli altri?

Proviamo a pensare a tutto ciò che faremmo se non avessimo la paura di essere giudicati. Anche i nostri sogni più selvaggi, ci aiuteranno a capire quali sono i nostri veri valori

cambiare vita Buddha4.  Se avessi potuto vivere senza limiti, che cosa avrei scelto di fare e cosa avrei scelto di avere?

Descriviamo il nostro stile di vita ideale, elencando tutto ciò che faremmo se non ci fossero condizioni o limiti, il tipo di persona che ci piacerebbe essere e quelle con cui ci piacerebbe condividere la nostra vita, il luogo in cui vorremmo vivere ed il modo in cui vorremmo guadagnare il denaro.

Rispondere a questa domanda ci permetterà di esternare la vera essenza del nostro essere. Per cambiare vita verso la ricerca della felicità, cercheremo di andare in contro il più possibile ai nostri sogni. Perchè tutto ciò che possiamo sognare lo possiamo anche realizzare, come insegnava il grade Walt Disney.

5. Cosa faresti con un miliardo di dollari?

Elenchiamo tutto ciò che faremmo senza pensare a quanto potrebbe costare. Viaggiare in giro per il mondo, comprare una casa o due, e speriamo anche di fare della beneficienza. E cosa vorremmo farne ora del nostro tempo?

Questa domanda ci aiuterà a pensare superando qualsiasi limitazione e confine così da farci scoprire cosa desideriamo veramente.

6. Chi ammiro di più al mondo?

Inseriamo in questa lista le figure per noi di grande ispirazione e le qualità che ammiriamo in queste persone. Cosa ammiriamo negli altri che è anche una nostra qualità? Spesso ammiriamo qualcuno perchè ha caratteristiche simili a noi o perchè fa esattamente quello che vorremmo fare noi.

Troviamo il tempo di riflettere e rispondere a queste semplici domande e decidiamo di cambiare vita.

Concentriamoci sulle nostre passioni, sui nostri punti di forza, i nostri valori più grandi, i nostri desideri e troviamo ogni giorno motivazione per rendere la nostra vita migliore.  Come insegnava Tiziano Terzani, facciamo in modo che la nostra ispirazione sia diventare migliore di come eravamo ieri, in armonia e nel rispetto della natura, del prossimo e delle nostre ideologie.

Decidiamo di essere attivi nei nostri cambiamenti perchè: “Vivere con il piede sull’acceleratore ed il freno a mano tirato non può funzionare! Prima o poi o salta il motore o saltano i freni, è inevitabile.” Wandering Wil.